Progettazione energetica Progettazione energetica

Riqualificazione energetica di uno Stabilimento Balneare eco-compatibilità ed eco-gestione

Studio e progettazione della riqualificazione energetica di uno stabilimento balneare a Casalborsetti, Ravenna

Il caso in esame è relativo alla riqualificazione energetica dello stabilimento balneare “Adria”a Casalborsetti, Ravenna, in collaborazione con lo Studio Teprin di Ravenna nella persona dell’Arch. Ottavia Sarti.

Volontà della Committenza era riqualificare energeticamente lo stabilimento balneare, in un’ottica di complessivo rinnovamento della gestione dell’attività, mediante soluzioni progettuali e accorgimenti concepiti per promuovere un turismo sostenibile, attento all’ambiente ed alla cornice che lo ospita, energeticamente all’avanguardia.

Ci si è chiesti quali potessero essere, nell’ambito di uno stabilimento balneare, i punti deboli di una gestione tradizionale dell’energia, quali fossero gli aspetti da migliorare, quali le risorse inutilizzate da sfruttare e potenziare, considerando in particolare gli aspetti legati al risparmio idrico ed al risparmio energetico.

  • Risparmio idrico

Lo stabilimento si è dotato di docce temporizzate per i propri clienti, in grado di consentire  l’utilizzo dell’acqua per un tempo di 90 secondi a fronte dell’inserimento di 10 centesimi di € nell’apposito dispositivo, ed è stato previsto un sistema di recupero delle acque.  Attraverso un’apposita vasca per la decantazione e la de-sabbiatura delle acque e un’apposita pompa per il ricircolo si è perseguito l’obiettivo di riutilizzare l’acqua recuperata per loscarico dei wc a servizio della clientela nonché per effettuare la microirrigazione del verde decorativo posto ai lati dello stabilimento.

  • Risparmio energetico

Si è progettata a e dimensionata l’installazione di n. 2 collettori solari sia per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS) per le docce in dotazione ai clienti dello stabilimento sia per il soddisfacimento della necessità di acqua calda della cucina. Relativamente a quest’ultimo obiettivo ci si è rivolti sia alle normali attività di esercizio (miscelatori) della cucina, sia all’utilizzo di una lavastoviglie a doppio ingresso di acqua calda di ultima generazione in grado di utilizzare l’acqua calda generata dal sistema solare-termico per il lavaggio delle stoviglie, andando a di mitigare se non annullare i consumi di uno dei processi maggiormente energivori degli esercizi che fanno piccola ristorazione. Le lavastoviglie tradizionali hanno infatti la necessità di far raggiungere all’acqua altissime temperature per poter espletare al meglio la loro funzione.  Temperature raggiunte mediante resistenze elettriche che devono rimanere ad altissime temperature anche nei momenti di “pausa” tra un utilizzo e l’altro della macchina per poter essere pronte al bisogno.Attraverso l’installazione di pannelli solari, unitamente all’utilizzo di una lavastoviglie “sostenibile” a doppio ingresso di acqua calda, è possibile convogliare, solo nei momenti in cui ve n’è necessità, l’acqua calda dell’accumulo solare posta in prossimità dei pannelli.

Unitamente agli aspetti appena elencati, si è proceduto alla sostituzione degli impianti frigoriferi esistenti con impianti frigoriferi ad alta efficienza energetica, dotati di liquido refrigerante a norma e quindi rispettoso dell’ambiente e si è predisposta la raccolta differenziata in tutte le zone dello stabilimento, sia in spiaggia che nell’area bar e piccola ristorazione.

Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta l'informativa estesa